Studio Odontoiatrico  |  (+39) 0461 510473  |  segreteria@broseghinidellacqua.com

Centro Medico |  (+39) 0461 510730  | centromedico@broseghinidellacqua.com

Prof.

Giuseppe Ferrarelli

Medico Chirurgo

Specialista Medicina Estetica

dott.ssa

Lucia Sartori

Medico Chirurgo

Laureata in Medicina e Chirurgia
Master in Medicina estetica
Master in Medicina e Terapia estetica del viso
Socia Società Italiana di Medicina Estetica Odontoiatrica

Medicina e Chirurgia Estetica

Medicina estetica

Giuseppe Ferrarelli

Docente all’Università La Sapienza-Roma
Laureato in Medicina e Chirurgia , specializzato in Medicina Estetica, tramite Master di II grado presso l’ “Università di Tor Vergata Roma”.
Dall’aprile 2015 è Membro della Commissione Estetica in Odontostomatologia presso l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Roma e Provincia.
Docente presso il Master universitario di II livello in Medicina e Terapia Estetica del Viso dell’ “Università di Camerino”.
Referente di diversi corsi di formazione presso la SIMEO (Associazione Italiana Medicina Estetica Odontoiatrica), nell’approfondimento e nella divulgazione di tematiche estetiche quali “La tossina botulinica” e “Le labbra in odontoiatria estetica”.

Biorivitalizzazione viso

Con questo trattamento la pelle si rivitalizza e si rigenera in breve tempo, non obbligando a ricorrere a moltissimi interventi prima di ottenere dei risultati.
L’effetto finale migliore si ha dopo all’incirca tre sedute.

L’effetto della biorivitalizzazione, che non si mostra nell’immediato, non è riscontrabile dopo un solo trattamento, ma dopo una serie di sedute. Il risultato finale è di lunga durata.

E’ una procedura mini invasiva, che consente di riattivare i normali processi di turn over cellulare sommando biointegrazione e biostimolazione.
Questa tecnica ambulatoriale consiste nell’effettuare piccole iniezioni con aghi sottilissimi o con la cannula a livello di derma superficiale, in zone localizzate del viso, del collo e del decolleté, con tecnica “lineare” o a piccoli pomfi.

Con questo trattamento la pelle si rivitalizza e si rigenera in breve tempo, non obbligando a ricorrere a moltissimi interventi prima di o,enere dei risulta8. L’effe,o finale migliore si ha dopo all’incirca tre sedute.

Biostimolazione viso

  • Durata intervento: 15­‐20 minuti
  • Ritorno al Sociale: immediato
  • Anestesia: nessuna
  • Esposizione al sole: dopo 3 giorni con protezione alta
  • Attività sportiva: subito

La biostimolazione è un trattamento di medicina estetica per il trattamento della pelle secca e disidratata, increspature cutanee, sia superficiali che profonde.
La biostimolazione è una procedura che mira ad aiutare le cellule del derma e della cute, a riattivare i processi biologici naturali per un corretto rinnovamento: biostimolare vuole dire fornire i mezzi necessari per ripartire correttamente.
La biostimolazione viene fatta con acido ialuronico libero, aminoacidi, antiossidanti è il trattamento di riferimento per il recupero di tono ed elasticità cutanea, anche il recupero di lucidità e freschezza generando un notevole effetto di ringiovanimento

I tipi di biostimolazione sono tantissimi, ma quelli che realmente appaiono essere efficaci sono quelli che agiscono, stimolando direttamente le cellule rigeneratrici cutanee
Le sostanze biostimolanti sono quindi molteplici ed agiscono attraverso diversi meccanismi d’azione:
aminoacidi, fattori di crescita ed estratti placentari: questi stimolano direttamente le cellule attivando il loro metabolismo e promuovendo pertanto una rigenerazione e produzione di nuovo collagene;
vitamine, minerali, coenzimi: questi permettono la sintesi del collagene e il rallentamento dell’invecchiamento della pelle;
acidi ialuronici di vario peso molecolare: questi migliorano direttamente il trofismo cutaneo e quindi l’idratazione ed il turgore dato che hanno la capacità di richiamare acqua fino a 500 volte il loro volume.
la biostimolazione migliora e mantiene più a lungo una pelle luminosa e fresca. Il trattamento, dona elasticità, turgore e idratazione al tessuto cutaneo, aumenta visibilmente la tonicità della pelle e contrasta l’azione dei radicali liberi.

Tossina botulinica

  • Durata intervento: 15-20 minuti
  • Ritorno al Sociale: immediato
  • Anestesia: assente
  • Esposizione al sole: dopo 1 settimana
  • Recupero attività sportiva: immediato

E’ un farmaco che contiene come principio attivo la tossina botulinica di tipo A.
E’ una molecola di origine batterica utilizzata in medicina per la cura di molteplici patologie. Dal 2001 ne è stato autorizzato l’uso in medicina estetica.
Ad oggi il trattamento con tossina botulinica è la tecnica più popolare “non chirurgica” per trattare le rughe causate da contrazioni muscolari, come quelle di espressione.

Terzo superiore del viso:

  • Rughe orizzontali della fronte
  • Rughe Glabellari
  • Rughe perioculari

Terzo medio:

  • Rughe trasverse del naso (Bunny lines)
  • Punta del naso
  • Sorriso gengivale (gummy smile)

Terzo inferiore del viso:

  • Rughe perilabiali del labbro superiore
  • Mento
  • Angoli della bocca
  • ProIilo mandibolare
  • IpertroIia dei m. masseteri
  • Asimmetrie

I risultati del botulino, come sappiamo, sono temporanei. Ricordiamolo sempre e non pensiamo di sistemare le rughe in maniera definitiva, o cancellare i segni della stanchezza o dell’invecchiamento per sempre.
Il trattamento non provoca né dolore né gonfiori: la procedura infatti prevede un’iniezione della molecola nel tessuto sottocutaneo/intramuscolare e questa viene eseguita con delle micro siringhe da insulina.
E’ una procedura semplice, che consiste in poche e piccole iniezioni, che vengono effettuate di seguito e in breve tempo.
Le iniezioni di botulino sono ben tollerate dalla maggior parte dei/ delle pazienti, dato che la sensazione che si prova è quella più che altro un pizzicotto, avvertita solo al momento dell’introduzione del farmaco.

Filler

Durata intervento: 20 minuti

Ritorno al Sociale: immediato

Anestesia nessuna / locale topica o plessica

Esposizione al sole: dopo 36 ore

Recupero attività sportiva: immediata

Il filler è un trattamento che prevede l’inserimento di una sostanza all’interno dei tessuti cutanei e sottocutanei col fine di ripristinare una perdita di volume o di aumentare il volume esistente.
Le sostanze che compongono i filler sono diverse, utilizziamo prevalentemente filler a base di acido ialuronico e idrossilapatie perché versatili ed è biocompatibili.
Con il passare del tempo le labbra tendono a perdere volume e proiezione; cominciano, inoltre, ad apparire rughe periorali che sono la principale causa di inestetismo e che determinano un apparente invecchiamento del terzo inferiore del viso. Tutti questi difetti possono essere trattati a livello ambulatoriale con iniezioni di acido ialuronico: la tecnologia ha permesso lo svilupparsi di diversi tipi di filler, di densità diversa, specifici per ogni singolo inestetismo.

Filler labbra

Uno dei trattamenti di medicina estetica più richiesti è il trattamento delle labbra con filleri.
Con questo trattamento è possibile migliorare l’aspetto delle labbra in una unica seduta senza rinunciare alla propria vita di relazione dal momento che subito dopo il trattamento è possibile ritornare alle proprie attività.

I filler a base di acido ialuronico consentono di intervenire sulle labbra per correggere asimmetrie e difetti, per ridefinirne i lineamenti e per aumentarne il volume.

Filler ad alta densità permettono di aumentare il volume delle labbra, quelli di media densità consentono di ridefinirne i lineamenti, quelli a bassa densità migliorano l’aspetto e l’idratazione delle labbra e consentono di spianare singole rughe particolarmente evidenti. Il trattamento è estremamente sicuro e privo di rischi, è rapido ed è ripetibile grazie all’utilizzo di filler riassorbibili.

Filler rughe

Pieghe, rughe e solchi sono un normale processo di invecchiamento del volto; determinate condizioni di pelle e abitudini di vita possono accelerarne o rallentarne la loro comparsa.
Con il passare del tempo la cute e i tessuti sottostanti vanno incontro a un processo di disidratazione riduzione dei compartimenti adiposi del volto che comporta in associazione con la ptosi della cute del volto l’aumento della profondità delle rughe e delle pieghe cutane

Filler volumizzanti

I prodotti che si usano sono gli stessi che si utilizzano per il filler rughe, preferendo le formulazioni più dense di acido ialuronico e piani più profondi rispetto al filler rughe. Con una sola applicazione è possibile restituire volume ed elasticità a un volto, e mantenere questo risultato per oltre un anno.
Il trattamento, che come per tutti i filler è ambulatoriale, dura pochissimo tempo e conferisce fino da subito l’80% del risultato; il rimanente 20% viene raggiunto dopo circa 10 giorni.

  • tra il naso e il labbro superiore (naso‐labiali);
  • tra il labbro inferiore e il mento (labio-mentali);
  • agli angoli della bocca (sottocommissurali);
  • intorno alle labbra (perilabiali) tipiche dei/ lle fumatori/ trici; fra le sopracciglia (glabellari);
  • delle guance (le geniene).

E di alcuni inestetismi e patologie. Infatti aumentando le proiezioni e il volume delle zone in esame, si crea quasi un effetto mini­‐liaing. E’ l’ideale quindi per:

  • un aumento di volume delle labbra;
  • un aumento degli zigomi;
  • un avvallamento e per delle depressioni sul viso;
  • una riduzione delle occhiaie (solco lacrimare);
  • alcuni esiti di acne;
  • alcuni esiti di cicatrici di altri interventi chirurgici.

Di solito dura dai tre mesi a un anno, in base al tipo di filler utilizzato e del trattamento eseguito.
I risultati del trattamento filler sono pressoché immediati anche se non definitivi, infatti, in molti casi, servono due o tre sedute prima di ottenere il riempimento vero e proprio, soprattutto quando ci troviamo di fronte ad un caso di rughe molto marcate.

Peeling

Il peeling è il trattamento di medicina estetica che aiuta la pelle a ritrovare bellezza e perfezione.
La pelle è un organo molto sensibile: il sole, il freddo e il clima secco lasciano inevitabilmente il loro segno provocando diversi inestetismi.
Lentiggini, macchie (melasma), acne, ipercromie e rughe sono le principali lesioni che possiamo trovare sulla pelle e che appaiono poco gradevoli. Tutte queste manifestazioni sono determinate da alterazioni che si localizzano nella cute o nel derma e che per caratteristica intrinseca, non scompaiono durante la normale rigenerazione cutanea.
Per questi tipi d’inestetismi e possibile utilizzare il peeling, che è una procedura che consente un’esfoliazione rapida e totale degli strati superficiali della pelle consentendo alle cellule in profondità di rigenerane nuovi strati cutanei.
Con il peeling è possibile eliminare quasi tutti gli inestetismi inglobati in questi strati cellulari superficiali e inoltre la pelle che si viene a creare appare più fresca, idratata e tonica. Risultato: un aspetto più giovanile al volto.

Il peeling del volto è il trattamento estetico che stimola, attraverso l’applicazione di un acido sulla pelle, la sua esfoliazione ed il conseguente ricambio della cute.
Il peeling attenua anche le più diffuse imperfezioni cutanee, come pori dilatati, impurità, cicatrici post-­acneiche, macchie e cheratosi, rughe. Il peeling agisce nella pelle del viso con l’azione di vari meccanismi.
Stimola infatti la rigenerazione cellulare: elimina le cellule della pelle danneggiate e degenerate: sostituendole con cellule epidermiche normali; produce un’infiammazione che attiva la produzione di collagene ed elastina.
Ogni tipo di peeling agisce a una profondità diversa e utilizza alcuni meccanismi a seconda delle indicazioni di ogni paziente, eliminando comunque tutti gli strati sovrastanti rispetto al suo sito di azione. Le cellule basali rigeneratrici provvederanno quindi a ricreare nuovi starti cutanei giovani e privi di inestetismi.
Un peeling del volto agisce a livelli diversi del derma, ma ricordiamo che piuttosto che eseguire un solo trattamento di peeling profondo, con i possibili effetti indesiderati, si consiglia di eseguire varie sedute superficiali o di media profondità.
La pelle trattata dal peeling, deve essere pulita con un detergente delicato, risciacquata con molta cura e delicatezza. E’ importante, dopo ogni risciacquo, asciugare la cute in maniera ottimale, per evitare qualsiasi tipo di sfregamento od irritazione: buona norma suggerisce di utilizzare asciugamani di lino, evitando quelli di spugna.

Rinofiller

  • Anestesia: nessuna
  • Tipo ricovero: nessuno
  • Esposizione al sole: 1 settimana
  • Recupero attività sportive: 5 giorni

Il rinofiller è una delle più recenti applicazioni dei filler in medicina estetica. Si tratta di una tecnica che permette di migliorare in maniera effettiva e rapida il profilo del naso,correggendo ed eliminando alcuni difetti, senza ricorrere ad interventi chirurgici. Il trattamento prevede l’uso di filler volumizzanti che riempiono le aree irregolari, alzano la radice del naso o sollevano appena la punta. In pratica è una vera e propria rinoplastica non chirurgica.
Il rinofiller è una tecnica di medicina estetica completamente ambulatoriale che si basa sull’inserimento di impianti subdermici per correggere i difetti estetici del naso. Attraverso una serie di micro‐iniezioni i filler vengono iniettati nel naso e i particolare in tre punti: alla radice del naso, per far scomparire la cosidde,a “gobba”, alla punta, per ottenere un naso all’insù, oppure sul dorso, nel caso si presenti il cosiddetto “naso a sella”, che ha spazi vuoti da riempire.
Il rinofiller utilizza materiali riassorbibili e gli effetti del trattamento durano dai 12 ai 16 mesi. I tempi di riassorbimento possono variare in base a numerosi fattori, innanzitutto le caratteristiche del prodotto usato. Per mantenere gli effetti del rinofiller è consigliabile sottoporsi al trattamento una volta l’anno.
Il rinofiller è un trattamento indicato per risolvere esclusivamente problemi estetici del profilo nasale, non è indicato per problemi funzionali del naso, per i quali l’unica soluzione resta l’intervento chirurgico.

Il rinofiller è particolarmente indicato per:

  • eliminare la cosiddetta “gobba” nasale
  • ottenere un naso all’insù
  • correggere il “naso a sella”, che presenta schiacciamenti o vuoti da riempire, anche lasciati da un precedente intervento di rinoplastica chirurgica riuscito male.

I filler utilizzati sono biocompatibili e riassorbibili e gli effetti delle microiniezioni sono temporanei.

Il trattamento di rinofiller viene svolto in ambulatorio e non necessita il ricorso ad alcuna anestesia. E’ una procedura poco invasiva, che può durare dai 20 ai 30 minuti e generalmente non comporta dolore. Le microiniezioni sono infatti ben tollerate da tutte le pazienti, anche se la soglia del dolore è soggettiva e alcune persone possono essere più sensibili di altre. Per questo in alcuni casi è possibile l’applicazione di una pomata anestetica o di ghiaccio nella mezz’ora precedente all’applicazione del trattamento, per rendere più semplice l’esecuzione del Rinofiller.

Per maggiori informazioni o prenotazioni